Isola Tiberina a piedi, Roma

[object object] - Isola Tiberina 1200x480 - Isola Tiberina a piedi, Roma

Isola Tiberina a piedi, Roma

Isola Tiberina a piedi, Roma

Isola Tiberina a piedi, Roma [object object] - Roma isola tiberina01 300x223 - Isola Tiberina a piedi, Roma

Isola Tiberina a piedi, Roma

Isola Tiberina a piedi, Roma – Anche se nel corso dei secoli le innumerevoli inondazioni del Tevere hanno causato devastazione e distruzione degli argini, l’isola fu costruita alla fine del XIX secolo. Il paesaggio urbano è stato irreparabilmente modificato dalle rive del fiume, l’Isola Tiberina e il vecchio Ghetto, dove la comunità ebraica di Roma hanno vissuto in quanto al IV secolo a.C., oggi mantiene ancora il suo antico stile e interesse.

L’Isola Tiberina è una bella isola sul fiume che può essere raggiungibile da entrambe le banchine e dai due ponti. Il Ponte Fabrizio il più antico ponte di Roma, risalente al 62 a.C., è anche conosciuto come “Ponte Quattro Capi”, sorge sulla riva destra che unisce l’isola al ghetto ebraico.

Ponte Cestio è stato costruito nel 46 a.C. unisce l’isola al quartiere medievale di Trastevere.

Questi due ponti sono stati per secoli le principali arterie di comunicazione per le attività connesse al Commercio di Roma, soprattutto nel medioevo buio fino al XVIII secolo.

I resti di Ponte Emilio, il primo ponte di pietra costruito sul fiume, nel 179 a.C., è visibile nel letto del fiume. E ‘stato riparato più volte, ma è crollato quasi del tutto nel 1598, lasciando in piedi un unico arco conosciuto come Ponte Rotto

Dal 293 a.C. l’isola è stata considerata l’unico luogo di facile attraversamento del fiume e fu consacrata nel nome di Asclepios (per i romani Esculapio), il dio della guarigione, del quale si è trovato delle rovine del Temple of Esculapio sulla sommità dell’isola. Dopo 23 secoli l’isola è ancora associata alla guarigione, infatti in gran parte è occupata dall’Ospedale del Fatebene Fratelli.

Altre costruzioni notevoli sono la Chiesa di San Giovanni in Calarita, la torre medievale XI secolo, la chiesa di San Bartolomeo risalente al X secolo con i suoi interni decorati da 14 colonne antiche e sculture che un tempo facevano parte del tempio di Esculapio.

[[[["field5","equal_to","Booking"]],[["show_fields","field7"]],"and"]]
1

Invia la tua richiesta

Nomeyour full name
Telefonoyour full name
Data del Tourof appointment
Cosa vuoi visitare?more details
0 /
Previous
Next
FormCraft - WordPress form builder
Italiano